mercoledì 25 marzo 2009

Non ho nulla da nascondere


Un poeta confuciano andò un giorno dal Maestro Zen Hui-Thang 
a chiedergli quale fosse il segreto del suo insegnamento;
in risposta, il maestro gli citò uno dei detti di Confucio:
Pensate che vi nasconda qualcosa, 
o miei discepoli? In verità, non 
ho nulla da nascondere

Poichè Hui-Thang non gli permise di fare altre domande, il poeta se 
ne andò molto sconcertato; 

ma qualche tempo dopo i due fecero insieme una gita in montagna. 

Mentre passavano accanto a un arbusto selvatico il
maestro si volse  al suo compagno e gli chiese: 
Senti il suo odore?

E alla risposta “Si” ribattè:

Là, io non ho nulla da nasconderti!







A volte non si riesce 
a cogliere il significato 
proprio perche’ 
si cerca qualcosa di nascosto nelle parole

tenendo gli occhi fissi all’orizzonte, 
non si vede ciò che sta davanti ai nostri piedi







1 commento:

toccalenuvole ha detto...

ciao, bellissimo il tuo blog, grazie per condividere le tue letture e le tue esperienze. Leggo saltuariamente di zen ormai da circa venti anni e senza rendermene conto mi ritrovo nelle mie scelte (o forse non scelte) sempre molto affine allo spirito...